MTC

Crêpe is the new black

Quest’anno ho organizzato per tutta la mia famiglia delle vacanze stre-pi-to-se!
Ho scelto le destinazioni del viaggio “sfogliando” un mappamondo speciale….
Finalmente ci siamo: l’itinerario è pronto, nelle valigie solo l’essenziale (qualche padella, una spatola, burro zucchero, sale, uova, farina, latte…) eeee via seduti a tavola che si parte!

Questo è ciò che rappresenta il settimo libro dell’ MTC, un viaggio incredibilmente goloso tra crêpes, pancakes, crespelle, waffles, blinis e non solo.


Crêpe is the new black
 non è solo un ricettario sulle crêpe ma una guida pratica, divertente e piena di idee per cucinarle, è un libro che vi condurrà in luoghi deliziosi, “assaggerete” il mondo e non potrete più farne a meno.

Le ricette che ho cucinato per partecipare all’ MTC summer edition

le ho scelte a caso, mi sono fatta ispirare dai nomi buffi, da sapori nuovi o semplicemente dall’idea di cucinare qualcosa di sconosciuto.
Le ho etichettate con post-it colorati come faccio di solito quando segno, in una guida, i luoghi che voglio visitare e ve le propongo in ordine come se intraprendessimo un viaggio.

Milano: Crêpe di braccio di ferro di Mai Estive (crespelle agli spinaci)
Avendo una bimba che si chiama Olivia non potevo che preparare queste appetitose crêpes.

 

Crêpe ricetta base
INGREDIENTI per 15/18 pezzi di 21 cm di diametro
250 g farina debole
500 ml latte
3 uova
30 g burro fuso
1 pizzico di sale

Procediamo
Sgusciate le uova in una terrina e rompetele leggermente con una forchetta. Setacciate la farina ed incorporatela con un cucchiaio in modo da ottenere una pastella densa e senza grumi. Unite il latte, il burro fuso, poco alla volta, mescolando bene con la frusta, fino ad ottenere una pastella liscia. Aggiungete il sale. Scaldate la padella a calore moderato e quando è rovente ungetela con del burro. Versatevi un mestolo di pastella (dai 30 ml ai 50 ml)e ruotate, fuori dal fuoco, la padella per distribuire la pastella uniformemente sul fondo. Fate rapprendere per uno o due minuti, appena i bordi della crêpe si incresperanno staccandosi dal bordo della padella, giratela e terminate la cottura. Fatela scivolare dalla padella al piatto e proseguite così con il resto della pastella.

INGREDIENTI
8/12 crêpe di 16/20 cm
1 kg spinaci
250 ricotta
50 g Parmigiano Reggiano grattugiato
noce moscata, sale

1 manciata di Parmigiano
ciuffetti di burro

Procediamo
Lessate gli spinaci in acqua bollente salata. Scolateli e fateli raffreddare. Strizzateli in modo che perdano più acqua possibile. Se dovessero risultare umidi, ripassateli in padella velocemente senza alcun condimento. Setacciate la ricotta o ammorbiditela con una forchetta: aggiungete gli spinaci, il Parmigiano e un’abbondante spolverata di noce moscata. Mescolate, regolate di sale. Farcite le crespelle con questo ripieno, arrotolatele a sigaretta e affiancatele in una pirofila, precedentemente imburrata. Spolverate con una generosa manciata di Parmigiano e ciuffetti di burro. infornate a 180#C per 20 minuti circa finchè la superficie delle crespelle sarà dorata. Servite subito.

Buon assaggio!

  

Belgio: Gaufres di Bruxelles con sciroppo al profumo di speculaas di Chiara e Marta Calugi
Di questa ricetta mi ha incuriosito tantissimo lo sciroppo che abbinato alle gaufres è da svenimento.

INGREDIENTI per 16 pezzi
-piastra elettrica per gaufres o waffles
250 g farina
100 g burro fuso
10 g lievito birra fresco o 205 g lievito birra secco
3 uova
375 ml latte
15 g zucchero
1 pizzico di sale

Procediamo
Sciogliete il lievito in poco latte tiepido con lo zucchero. setacciate la farina in una ciotola e unite il lievito sciolto, i tuorli ed il restante latte mescolando vigorosamente. Lasciate lievitare a recipiente coperto, lontano da spifferi e correnti d’aria per circa un’ora. Unite poi il burro fuso, tiepido, gli albumi montati a neve ferma ed il un pizzico di sale. Scaldate l’apposita piastra fino a temperatura e versate per ogni stampo un cucchiaio  circa di pastella. Chiudete e cuocete controllando la cottura. Per caramellare le gaufres, una volta cotte, passatele nello zucchero a velo e rimettetele per qualche secondo nello stampo caldo.

Sciroppo al profumo di speculaas
INGREDIENTI per 500 ml circa.
400 ml acqua
200 g zucchero semolato
200 g zucchero grezzo di canna scuro
4 cucchiaini cannella
2 cucchiaini estratto di vaniglia
2 cucchiaini zenzero grattugiato fresco
1 cucchiaino noce moscata
1 cucchiaino chiodi di garofano (4/6)
1/2 cucchiaino pepe nero
1/2 cucchiaino pepe bianco
1/2 cucchiaino cardamomo

Procediamo
Mescolate a freddo l’acqua con gli zuccheri fino a farli sciogliere. Aggiungete tutte le spezie e portate a bollore, a fuoco medio. Lasciate sobbollire dolcemente, schiumando spesso, finchè lo sciroppo non si sarà ridotto di circa la metà e avrà assunto la tipica consistenza vischiosa. Filtrate, riportate a bollore e imbottigliate immediatamente, in bottiglie sterilizzate. Si conserva in frigorifero per un mese.

Buon assaggio!

  

Regno Unito: Queen Elizabeth’s drop scones di Giulia Robert
Come non provare a cucinare una ricetta di Queen Elizabeth : i drop scones preparati per il presidente Dwight Eisenhower in visita al castello di Balmoral nel 1959.

INGREDIENTI per 30 pezzi circa
4 tazze da tè farina (160 g)
4 cucchiai zucchero
2 tazze da tè latte (380 g)
2 uova
2 cucchiaini bicarbonato
3 cucchiaini cremortartaro
2 cucchiaini burro fuso

marmellata di ciliegie
panna fresca semimontata
burro

Procediamo
In una terrina sbattete leggermente le uova, lo zucchero e metà latte, mescolando bene. Aggiungete il resto poco alla volta, tenendo per ultimi le polveri lievitanti ed il burro fuso.
Amalgamate il tutto mescolando il composto dall’esterno verso l’interno finchè non resteranno più parti asciutte. Non proseguite a mescolare perchè otterrete degli drop scones duri e piatti e non si formeranno durante la cottura le classiche bollicine d’aria che li rendono sofficiosi.
Scaldate una padella antiaderente a fuoco medio. Versate la pastella porzionandola con un cucchiaio. Dovreste sentire un leggero sfrigolio, vedere delle bollicine d’aria che si formano sulla superficie del pancake e la pastella attorno alle bollicine rappresa, questo è il momento di girarlo. Cuocete ancora qualche istante e togliete dal fuoco. impilateli su una griglia o su un piatto e teneteli al caldo sotto un canovaccio pulito.
Servite accompagnando con marmellata, panna fresca semimontata e burro.

Buon assaggio!

  

Crumpets con gelato allo Stilton di Valeria Caracciolo
I crumpets sono davvero golosi, a me piacciono sia abbinati al dolce che al salato ma non li avevo mai cucinati e il gelato allo Stilton? E’ la ciliegina sul crumpet.

INGREDIENTI per 18 pezzi circa
– anelli da crumpets o un taglia biscotti rotondo da 6/8 cm di diametro
450 g farina
1/2 cucchiaini sale
1 cucchiaino zucchero
2 cucchiaini e 1/2 lievito di birra secco
300 ml latte
300 ml acqua tiepida
1/2 cucchiaino bicarbonato

Procediamo
Setacciate la farina con il sale in una ciotola capiente. Fate la fontana e unite zucchero e lievito. Versate poco per volta il latte e l’acqua, incorporandoli via via con un cucchiaio di legno, fino ad ottenere una pastella densa. Coprite con un telo e lasciate lievitare per un’ora circa: la pastella dovrà gonfiarsi. Mescolate nuovamente con vigore, così da eliminare tutte le bolle d’aria, aggiungete il bicarbonato, mescolate ancora e lasciate riposare per un’altra mezz’ora sempre a recipiente coperto. Scaldate una padella a fuoco medio, scioglietevi poco olio o burro, spargendolo uniformemente con un pennello o un pezzo di carta da cucia. Posizionate  al centro gli anelli da crumpets. Fateli scaldare per un minuto. Versate all’interno la pastella, in modo che arrivi a metà anello. Fate cuocere per qualche minuto, fino a quando l’impasto non acquisterà consistenza e sulla superficie si formeranno tanti piccoli buchi. Rimuovete gli anelli e voltate i crumpets dall’altro lato per completare la cottura. Fateli intiepidire su una griglia e serviteli cosparsi di burro o con una pallina di gelato allo Stilton.

Gelato allo Stilton
INGREDIENTI
– gelatiera
200 g formaggio Stilton
200 ml latte intero
1 cucchiaio zucchero
2 cucchiai acqua
250 ml panna fresca

Procediamo
Affettate lo Stilton e scioglietelo nel latte a fuoco basso, mescolando. Sciogliete, a fuoco basso, lo zucchero in due cucchiai d’acqua fino a formare uno sciroppo denso. Amalgamatelo al formaggio sciolto e fate raffreddare. Unite la panna e mettete nella gelatiera.

Buon assaggio!

  

Danimarca: Ebleskivers di Maria Pia Bruscia
Questi dolcetti li ho visti preparare in molte occasioni ma non sono mai riuscita ad assaggiarne uno e ne approfittato piacevolmente.

INGREDIENTI per 16 pezzi mezza sfera o 12 sferici
– pentola per ebleskivers
155 g farina
1 cucchiaio zucchero
1/2 cucchiaino lievito per dolci
1/4 cucchiaino sale
250 ml latte
2 cucchiai burro fuso

1 cucchiaino cannella
zest di arancia
marmellata di lamponi

Mescolate con una frusta, in una terrina, la farina, lo zucchero, il lievito ed il sale.
Separate gli albumi dai tuorli e mettete questi ultimi in un’altra ciotola. Sbatteteli leggermente, poi aggiungete il latte e il burro fuso tiepido. Versate questa miscela sugli ingredienti secchi, mescolando il tempo necessario perchè si amalgamino. Montate gli albumi finchè non saranno spumosi ed aggiungeteli all’impasto, un terzo alla volta, mescolando dall’alto verso il basso: dovrete ottenere una pastella uniforme e leggera. Scaldate l’apposita pentola ed imburrate ogni spazio. Versaste il composto in ogni foro e fate cuocere per un paio di minuti a fuoco dolce, girate con l’apposita  pinza o usando due stuzzicadenti grandi gli ebleskivers e terminate la cottura.

Come suggerito sul libro ho preparato le mezze sfere profumando l’impasto con cannella e zest d’arancia. Mentre per le sfere ho versato mezza dose di impasto in ogni spazio, ho cotto qualche istante, farcito ogni ebleskivers con della marmellata di lamponi e coperto con l’impasto rimanente.

Buon assaggio!

  

Svezia: Raggmunk con gravlax di Arianna Mazzetta
Preperare il gravlax è stata una vera soddisfazione  e le frittelle sono andate a ruba.

Gravlax (salmone marinato)
INGREDIENTI
1 filetto di salmone di 1 kg (intero con pelle) già abbattuto e pronto per la marinatura oppure potete congelarlo, tenendolo per 5 giorni in freezer a – 18 prima della marinatura.
3 cucchiai sale
3 cucchiai zucchero
3 mazzi aneto fresco
qualche grano di pepe macinato al momento (facoltativo)

Procediamo
Mescolate in una ciotola sale, zucchero e pepe. Con una pinzetta eliminate tutte le lische del filetto di salmone. Tagliate via la parte del ventre più grassa. Dividetelo in due pezzi uguali e cospargeteli con la miscela di sale zucchero massaggiando bene. In una teglia dai bordi alti che possa contenere il filetto per lungo cospargete il fondo con i rametti di un mazzo di aneto. Adagiatevi uno dei filetti con la pelle rivolta verso il basso. Spolverate la superficie con i rametti del secondo mazzo di aneto e sovrapponete l’altro filetto, con la pelle rivolta verso l’alto. Terminate con il terzo mazzo di aneto. Avvolgete il salmone nella pellicola, lasciando aperto un lato da dove uscirà il liquido della marinatura. Appoggiateci sopra un leggero peso e mettetelo in frigo per 12 ore. Trascorso il tempo eliminate l’acqua formata, girate il salmone, copritelo nuovamente con il peso e rimettetelo in frigorifero per altre 12 ore. Sciacquatelo velocemente, asciugatelo e affettatelo longitudinalmente. Condite con un filo d’olio, una spruzzata di limone e altro aneto fresco.

Raggmunk
INGREDIENTI per 6/8 raggmunk
400 g patate
45 g farina
140 ml latte
1 pizzico di lievito per dolci
1 uovo piccolo, sale

Procediamo
Sbucciate le patate, lavatele, asciugatele e grattugiatele con una grattugia a fori larghi. Strizzate bene con le mani la polpa, in modo da eliminare quanta più acqua possibile. Fatela asciugare su carta assorbente da cucina per pochi minuti. Sgusciate l’uovo in una ciotola, sbattetelo leggermente, poi incorporate alternativamente la farina al latte, fino ad ottenere una pastella liscia e senza grumi. Aggiungete le patate e regolate di sale. Scaldate su fuoco dolce un’ampia padella con burro e disponetevi 2/3 cucchiai di pastella, ben distanti tra di loro. Appiattite i raggmunk con il dorso di un cucchiaio e fateli dorare a fuoco basso da entrambi i lati. Procedete così il resto della pastella.
Servite accompagnando con fette di gravlax.

Buon assaggio!

  

Taiwan: Scallion pancake di Mai Estive
Nel libro oltre alla ricetta, c’è un’illustrazione che ne spiega il procedimento disegnata da Mai ed è stata proprio questa illustrazione a invogliarmi a preparare gli scallion pancakes.

INGREDIENTI per 6 pezzi di 12 cm circa
180 g farina
100-200 ml acqua
la parte verde di tre cipollotti freschi
3 cucchiai d’olio di semi di sesamo o altro olio di semi
1 cucchiaino di sale
olio di semi per friggere

Procediamo
Setacciate la farina con il sale in una ampia terrina. Scaldate l’acqua fin quasi al bollore e versatela nella terrina un pò alla volta, incorporandola alla farina con un cucchiaio di legno per non bruciarvi. Trasferite il composto su un piano di lavoro leggermente infarinato e impastatelo fino ad ottenere un impasto liscio e setoso. Suddividetelo in sei pezzi uguali. Stendetene uno, con il mattarello, in un cerchio molto sottile. Spalmate tutta la superficie con l’olio usando un pennellino. Arrotolatele a sigaretta e poi a spirale. Spianate con il mattarello di nuovo in un cerchio. Cospargete tutta la superficie con del cipollotto tritato. Arrotolate a sigaretta e poi a spirale. Spianate di nuovo in un cerchio di 8/10 cm di diametro. Procedete nello stesso modo con i pezzi restanti. Scaldate 2 cucchiai abbondanti di olio di semi in una padella e quando sarà caldo, friggetevi i pancakes prima da un lato e poi dall’altro: la superficie dovrà essere dorata e croccante. Fateli asciugare su carta assorbente e serviteli caldi.

Buon assaggio!

Come per ogni viaggio che si rispetti, per lo meno nei miei, c’è molta emozione anche nel ritornare a casa e riappropriarsi della propria quotidianità …..

Padova: Crêpe alla banana con salsa al caramello salato di Silvia Zanetti
….adoro il “Caramello salato”, credo sia una delle porcate più buone in assoluto nell’universo intero ed insieme al “Marshmallow fluff”, souvenirs del mio viaggio, vi lascio la mia ricetta.

Caramello salato di Valentina de Felice
INGREDIENTI
160 g zucchero
250 g panna fresca
50 g burro salato
1 pizzico generoso di sale fino
sale della Camargue o sale grosso per decorare

Procediamo
Versate lo zucchero in una casseruola dal fondo spesso e fatelo sciogliere sul fuoco a fiamma bassissima SENZA mai mescolare: limitatevi a muovere con delicatezza la casseruola, in modo da permettere una cottura uniforme dello zucchero. Quando questo si sarà dorato, unite il burro e, fuori dal fuoco, amalgamate con una frusta. Scaldate la panna fin quasi al bollore, poi unitela al caramello, poco alla volta, lavorando di nuovo sul fuoco, a fiamma bassa, sempre mescolando: il composto inizialmente schiumerà separandosi ma poi si amalgamerà in una crema setosa. Unite il sale fino, mescolando e montate il composto con un frullatore ad immersione, per renderlo ancora più vellutato. Invasate in un barattolo sterilizzato e fate raffreddare a temperatura ambiente. Spalmatelo su crêpe e pancake decorando con scaglie di sale della Camargue.

INGREDIENTI 
4 crêpe di 20/23 cm
300 g caramello salato
150 g panna
1 cucchiaino colmo di caffè solubile
2 cucchiaini rasi zucchero
200 g banana

Procediamo
Riscaldate la panna al microonde, per qualche secondo, o sul fornello, senza farle prendere il bollore. Scioglietevi il caffè e lasciate raffreddare. Montate poi la panna al caffè, aggiungendo lo zucchero verso la fine. Farcite ogni crêpe con 50 g di polpa di banana tagliata a fettine, nappate con la salsa al caramello e chiudete a libro. Decorate con un ciuffo di panna al caffè e servite.

Buon assaggio!

     

Marshmallow Fluff di Valentina de Felice
90 ml acqua
180 g zucchero
8 cucchiai di sciroppo di mais (corn syrup)
115 g albume
1/2 cucchiaino cremortartaro
1 pizzico di sale fino
8 ml estratto di vaniglia

Procediamo

In una casseruola miscelate l’acqua con lo zucchero e lo sciroppo di mais: portate a bollore su fuoco dolce e fate sobollire fino a 115°C (in mancanza di un termometro, calcolate 10 minuti dall’inizio del bollore). Nel frattempo, montate gli albumi a neve ferma, aggiungendo a metà il cremortartaro ed il sale. Versate poi a filo lo sciroppo, senza mai smettere di montare, finchè non sarà completamente incorporato agli albumi. Continuate poi a montare fino al completo raffreddamento. Aggiungete l’estratto di vaniglia e amalgamatelo alla spuma sempre montando. Potete conservalo in frigorifero, in un contenitore a chiusura ermetica, fino a due settimane.

Buon assaggio!

  

 

 

 

You Might Also Like

18 Comments

  • Reply
    Gaia
    29/07/2017 at 22:39

    Una spettacolare e golosissima gita attraverso il mondo!!
    Brava Silvia, mi hai fatto venire voglia di partire!!

    • Reply
      Silvia Zanetti
      29/07/2017 at 22:45

      Evviva ci sono riuscita, grazie Gaia !!!

  • Reply
    Manu
    30/07/2017 at 00:04

    Spettacolare questo tuo viaggio il modo migliore per festeggiare le splendide ricette che parlano di noi
    Bellissimo 😉
    Un abbraccio

    • Reply
      Silvia Zanetti
      01/08/2017 at 09:54

      E’ stato un piacere davvero 🙂

  • Reply
    Alessandra
    30/07/2017 at 03:48

    A lasciarmi senza parole,ci vuole un miracolo. Ma tu lo hai appena fatto, con questo post. Mi resta solo un grazie, che sparisce di fronte alla tua bravura, alla tua generosità e anche allo stupore di questa sorpresa… E un ” fantastica Silvia!” che, mai come questa volta è meritato.

    • Reply
      Silvia Zanetti
      01/08/2017 at 10:09

      E’ stato un piacere ed è solo l’inizio, le ho praticamente “post-it-tate” tutte. Complimenti a te, a voi!

  • Reply
    Marina
    30/07/2017 at 07:44

    Ma quanto affetto si nasconde dietro questo itinerario goloso ! Quanto impegno e sacrificio dei tuoi familiari poi…😂 mi hai fatto venire la voglia di entrare in cucina e con questo caldo ce ne vuole…

    • Reply
      Silvia Zanetti
      01/08/2017 at 10:12

      eeeeee sì un sacrificio grandissimo! Ho fatto anche le palachinke per i bambini con la marmellata ma non sono riuscita a fotografarle, si sono volatilizzate in 5 minuti 🙂

  • Reply
    Valeria
    30/07/2017 at 11:07

    Silvia, un post bellissimo!
    I crumpets ti sono venuti perfetti!
    Grazie per aver rifatto una mia ricetta, sono felice che ti sia piaciuta 😘

    • Reply
      Silvia Zanetti
      01/08/2017 at 10:02

      Grazie a te Valeria e piacere di averti conosciuto

  • Reply
    Mariella
    30/07/2017 at 11:13

    Ma che brava! Io non sono riuscita a combinare nulla, ma conto di rifarmi a settembre!

    • Reply
      Silvia Zanetti
      01/08/2017 at 10:06

      Le ricette sono semplici, veloci e troverai sicuramente il tempo per prepararle 🙂

  • Reply
    Elisa Dondi
    30/07/2017 at 17:10

    Veramente un modo meraviglioso per dire “let’s celebrate! ” perché davvero questo viaggio è un omaggio stupendo al libro ed è MTC. Brava Silvia!

    • Reply
      Silvia Zanetti
      01/08/2017 at 10:02

      Grazie Elisa 🙂

  • Reply
    Dani
    31/07/2017 at 09:42

    Tu sei pazza 😀 😀 😀 😀 😀 Nel senso più positivo ed mtchallengiano del termine!!

    • Reply
      Silvia Zanetti
      01/08/2017 at 10:03

      Siiiiiiii mi sono divertita tantissimo

  • Reply
    mile
    31/07/2017 at 18:09

    Silvia che viaggio straordinario!! Ma quante ne hai Fatte??? Bravissima!!! Intanto io ho fatto le tue alla banana e caramello salato uno spettacolo grazie mille!

    • Reply
      Silvia Zanetti
      01/08/2017 at 10:04

      Ciao Mile che onore! Le ricette sono una più buona dell’altra c’è solo l’imbarazzo della scelta

    Leave a Reply