Calendario Cibo Italiano/ Dolci/ Lievitati

Torta di rose all’arancia e polvere di liquirizia

La Torta di rose è un dolce tipico della cucina Mantovana ed è realizzato con pasta lievitata.
La sua origine pare risalga al 1400 quando venne preparata in occasione delle nozze di Isabella d’Este con il marchese Francesco II Gonzaga. La caratteristica di questa torta è la forma che assume durante la cottura perchè cotta assomiglia ad un mazzo di rose. 

Visto che la prossima settimana sarà la festa della mamma io vi propongo una versione dedicata a lei.
Mia mamma è golosissima di liquirizia, da quella pura in bastoncini alle rotelle ne è ghiotta e quando ne mangia una, mi racconta spesso che da piccolina mia nonna, sua mamma, le comperava le liquirizie dure in bastoncino nel botteghino del paese che vendeva tabacchi.

La nonna, poi, una volta alla settimana, quando passava il furgoncino con la frutta e la verdura, prendeva le arance e prima di dargliene una la frizionava per bene, faceva un buchino sulla buccia ed inseriva una liquirizia. Mia mamma ne succhiava il succo poggiando le labbra direttamente sulla buccia e tenendo in bocca la liquirizia, a modi cannuccia. L’ho assaggiata anch’io ed è davvero buonissima e da qui la mia idea: Torta di rose all’arancia e polvere di liquirizia.

INGREDIENTI per una tortiera di 26 cm

250 g farina 0 (100 g  + 150 g) + della farina per il piano di lavoro
250 g farina manitoba
250 g latte a t ambiente (100 g + 150 g)
8 g lievito fresco di birra
1 cucchiaino di miele
60 g burro a t ambiente
60 g zucchero di canna
1 uovo
1 scorza di arancia grattugiata
1 cucchiaino di sale

120 g burro a t ambiente
170 g zucchero
1 cucchiaino di polvere di liquirizia dura ( io ho frullato un bastoncino di liquirizia dura )

Procediamo

Lievitino :
in una ciotola versate 100 g di latte tiepido e scioglietevi il lievito di birra con il miele. Lentamente aggiungete 100 g di farina 0, coprite con della pellicola e lasciate lievitare fino al raddoppio.

Nella planetaria o in una ciotola capiente mettete il burro, il latte ( 150 g ), lo zucchero, l’uovo e la buccia di arancia e mescolate con la foglia. Aggiungete il lievitino. Incorporate ora la farina mescolando con cura ed il sale alla fine.
Impastate per 15 minuti a velocità bassa o a mano fino ad ottenere un impasto liscio, morbido e non appiccicoso.
Riponete l’impasto in una ciotola capiente, ungetelo con dell’olio e copritelo con la pellicola. Fate lievitare fino al raddoppio.

Farcia : in una ciotola mescolate il burro morbido con la liquirizia.

Stendete l’impasto su un piano infarinato e create un rettangolo di circa 30×50 cm. Stendete sulla pasta la farcia ed arrotolate tutta la pasta partendo dal lato più lungo, otterrete un cilindro lungo 50 cm.
Tagliate con il coltello delle fette larghe circa 3 dita e mettetele nella teglia, ricoperta di carta forno, una accanto alla’altra senza schiacciarle. Dovreste ottenere 15/16 girelle di pasta. Non preoccupatevi se tra le girelle ci sarà dello spazio vuoto, è necessario per la lievitazione.
Coprite con la pellicola e fate lievitare per un’altra ora.
Infornate a forno caldo per 25 minuti circa a 190°C ventilato. Se la superficie dovesse brunire eccessivamente copritela con un foglio di alluminio e terminate la cottura.

Buon assaggio !

 

 Questo è il mio contributo per il Calendario del cibo italiano nella giornata della Torta di rose.

You Might Also Like

24 Comments

  • Reply
    Claudia
    04/05/2017 at 09:57

    Deve essere buonissimo il connubio arancia-liquerizia….da provare 🙂 Grazie per questi tuoi contributi sempre interessantissimi alla mia cultura culinaria!
    Ti abbraccio

    • Reply
      Silvia Zanetti
      04/05/2017 at 13:20

      Claudia è da provare se ti piace la liquirizia, grazie di essere passata 🙂

  • Reply
    Manu
    04/05/2017 at 10:07

    La liquirizia piace molto anche a me, ma non ho mai pensato d’usarla nei dolci
    La tua versione deve essere proprio gustosa, devo provare l’abbinamento arancia liquirizia
    Grazie

    • Reply
      Silvia Zanetti
      04/05/2017 at 13:23

      E’ molto piacevole perchè da molta freschezza al dolce, un bacio

  • Reply
    Pattypa
    04/05/2017 at 11:30

    Ma che spettacolo… oltre che bellissima è veramente particolare come sapori, complimenti! Un bascione

    • Reply
      Silvia Zanetti
      04/05/2017 at 13:32

      Grazie patty 🙂

  • Reply
    Marina
    04/05/2017 at 11:54

    Deve essere di una bontà unica con l’accenno di liquirizia…un tocco in più ! Spero che la liquirizia sia stata quella calabrese eh 😉

    • Reply
      Silvia Zanetti
      04/05/2017 at 13:33

      Assolutamente liquirizia calabrese doc, parola di lupetto 😉

  • Reply
    Giuliana
    04/05/2017 at 14:05

    Silvia, chettelodicoaffà! Spettacolare come sempre, tu.

    • Reply
      Silvia Zanetti
      05/05/2017 at 09:26

      Troppo gentile, come sempre!

  • Reply
    Tamara Giorgetti
    04/05/2017 at 14:48

    Silvia ciao, queste tre roselline sono deliziose, complimenti cara, mi piace anche la foto, brava…saluti

    • Reply
      Silvia Zanetti
      05/05/2017 at 09:27

      WOW detto da te è un super complimento, da te c’è da imparare tantissimo. Grazie Tam

  • Reply
    Fabiola
    04/05/2017 at 15:32

    …non mi sono mai cimentata in una versione dolce, mi piace tanto brava!

    • Reply
      Silvia Zanetti
      05/05/2017 at 09:30

      Questa torta è di una bontà e versatilità incredibile, anche con un semplice cucchiaio di marmellata fa la sua porca figura.

  • Reply
    Katia Zanghi'
    04/05/2017 at 21:24

    Non amo la liquirizia, ma l’idea e il racconto sono grandiosi. Brava!

    • Reply
      Silvia Zanetti
      05/05/2017 at 09:25

      Grazie Katia 🙂

  • Reply
    Maria Teresa
    06/05/2017 at 12:06

    Il tocco particolare della liquirizia mi piace moltissimo, un abbinamento giusto con l’arancia. Deliziose le tue roselline!
    Baci
    Maria Teresa

    • Reply
      Silvia Zanetti
      06/05/2017 at 18:34

      Grazie Maria Teresa, non vedo l’ora di averti come prof 🙂

  • Reply
    alessandra
    08/05/2017 at 18:39

    io! io!!! liquerizia addicted, ma in maniera spaventosa! potrei scrivere il kamasutra degli Haribo, da tante posizioni conosco per godermi le rotelle. E i bastoncini sono stati la mia passione, sin da bambina… ma di usarli come cannucce, mai venuto in mente. E adesso, recupero! grandissima idea e bell’abbinamento, silvia!

    • Reply
      Silvia Zanetti
      10/05/2017 at 09:04

      ahahahah il ” kamasutra degli Haribo” mi fa morire 🙂

  • Reply
    Anna
    12/05/2017 at 23:46

    Questa perla mi era sfuggita! Bellissima la tua rosa e meraviglioso l’accostamento dei sapori!

  • Reply
    Silvia Zanetti
    12/05/2017 at 23:49

    Grazie mille Anna 🙂

  • Reply
    sabrina fattorini
    13/05/2017 at 08:31

    Ma che bella idea la torta di rose con la liquirizia. Anch’io la adoro. Devo provare il bastoncino nell’arancia, deve essere fantastico

    • Reply
      Silvia Zanetti
      14/05/2017 at 09:36

      Grazie Sabrina 🙂

    Rispondi a Silvia Zanetti Cancel Reply