Home MTC Red Rice dei Gullah Geechee per MTChallenge – Taste the World

Red Rice dei Gullah Geechee per MTChallenge – Taste the World

by Silvia Zanetti

La nuova avventura MTC abbraccia un progetto tutto da assaggiare, MTChallenge – Taste the World.

In questo nuovo viaggio, ideato da Alessandra Van Pelt , faremo il giro del mondo per conoscere, ogni mese, minoranze etniche che non hanno un posto in prima fila nei libri di storia, ma che la storia l’hanno scritta per le loro vicende umane e soprattutto con la loro cultura gastronomica. Ne cucineremo i piatti iconici, nel rispetto delle loro tradizioni, cimentandoci in due prove una tecnica ed una creativa.


Per la puntata zero, andremo alla scoperta dei Gullah Geechee, una comunità stanziata nella costa orientale degli Stati del Sud, ritenuta la più africana fra le comunità afro-americane degli Stati Uniti e prepareremo il Red Rice.

Il popolo Gullah Geechee discende dagli schiavi dell’Africa centrale e occidentale che furono deportati principalmente dalle regioni di coltivazione del riso dell’Africa occidentale, negli stati costieri dell’America del sud-est come “esperti” coltivatori di riso e cotone nelle piantagioni di Sea Island in Georgia.

Gullah Geechee

Ai loro progenitori, infatti, è riconosciuto l’inizio delle coltivazioni di riso nel Nord America e con cibi importati durante la tratta degli schiavi come okra, fagioli con l’occhio, patate, piselli, arachidi, sesamo, miglio e anguria hanno definito le basi della cucina statunitense insieme al cibo introdotto dai nativi americani come mais, zucca, pomodori e bacche. Il riso divenne una coltura di base sia per il popolo Gullah Geechee che per i bianchi nelle regioni costiere sud-orientali.

Non a caso la loro pietanza iconica è un riso, Red Rice appunto, immancabile sulle tavole dei Gullah, che potrei paragonare al nostro pane o alla polenta dei nostri nonni contadini. Un piatto che sa di casa, come il profumo di caffè o la torta di mele, facile da preparare, che può bastare se non c’è altro da mangiare, un comfort food che racchiude tutta la tradizione di un popolo.

Red Rice prova tecnica

Gli ingredienti sono basici, reperibili in tutte le cucine : riso, burro, bacon, cipolla, aglio, passata di pomodoro, brodo e sembra strano, ma non ci sono spezie. Il riso utilizzato è un riso a grano lungo, Basmati, ed è cotto con la cottura pilaf che lo rende asciutto, retaggio africano, tanto da poterlo mangiare anche con le mani , saporito ed appetitoso. Non si tratta del classico riso al pomodoro, riso che io non amo perché lascia in bocca un retrogusto acidulo, ma di un riso al pomodoro dolciastro, leggermente affumicato, ingentilito dal burro. La sola rosolatura del bacon con il burro ha sprigionato un profumo in cucina che ha fatto venir l’acquolina in bocca a tutta la famiglia. E’ da provare!

Per chi volesse saperne di più sui Gullah Geechee, trovate qui tutti gli articoli e i video scritti e registrati da Alessandra.

Buon assaggio!


The new MTC adventure embraces a new project to taste, MTChallenge – Taste the World.

In this new journey, conceived by Alessandra Van Pelt, we will go around the world to meet, every month, ethnic minorities who do not have a front row place in the history books, but who have written history for their human affairs and especially with their gastronomic culture. We will cook the iconic dishes, respecting their traditions, in two tests a technique and a creative one.

For episode zero, we’re going to explore the Gullah Geechee, a community located on the east coast of the South States, considered the most african of the African-American communities in the United States, and we will prepare the Red Rice.

The Gullah Geechee people are descended from the of Central and West Africa who were deported mainly from the rice-growing regions of West Africa, to the coastal states of southeast America as “experts” rice and cotton growers on the plantations of Sea Island in Georgia.

Their ancestors, in fact, are recognized the beginning of rice crops in North America and with imported foods during the slave trade such as okra, beans with the eye, potatoes, peas, peanuts, sesame, millet and watermelon have defined the basics of American cuisine along with food introduced by Native Americans such as corn, pumpkin, tomatoes and berries. Rice became a basic crop for both the Gullah Geechee people and whites in the southeastern coastal regions.

It is no coincidence that their iconic dish is a rice, Red Rice precisely, inevitable on the tables of the Gullahs, which I could compare to our bread or the polenta of our peasant grandparents. A dish that tastes of home, such as the scent of coffee or apple pie, easy to prepare, that enough if there is nothing else to eat, a comfort food that contains all the tradition of a people.

The ingredients are basic, available in all kitchens: rice, butter, bacon, onion, garlic, tomato puree, broth. The rice used is a long wheat rice, Basmati, and is cooked with pilaf cooking which makes it dry, African heritage, to eat even with your hands, tasty and appetizing. It’s not the classic tomato rice, rice that I don’t like because it tastes sour, but a sweet tomato rice, slightly smoked, softened by butter. The browning of bacon with butter gave off a scent in the kitchen that made the whole family’s mouth water. It’s to try!

For the curious, here you can find all the articles and videos written and recorded by Alessandra on the Gullah Geechee community.

Have a good taste!

Red Rice da Jubilee di Toni Tipton- Martin

La nuova avventura MTC abbraccia un progetto tutto da assaggiare, MTChallenge – Taste the World. In questo nuovo viaggio, ideato da Alessandra Van… MTC red rice gullah geechee Sud America Print This
Serves: 2-3
Nutrition facts: 200 calories 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 2 voted )

Ingredients

  • 3 fette di bacon a cubetti o 40 g di burro - ho usato 80 g di bacon e 15 g di cucchiaio di burro / 3 slices of bacon diced or 40 g butter - I used 80 g bacon and 15 g butter
  • ½ cipolla tritata - ho usato cipolla di Tropea / 1/2 chopped onion - I used Tropea onion
  • 1 spicchio d’aglio tritato / 1 garlic clove chopped
  • 200 g di riso a chicco lungo - ho usato UDAY BASMATI-NIGERIA RICE ma andrà bene un riso Basmati qualsiasi / 200 g long bean rice - I used UDAY BASMATI-NIGERIA RICE but any Basmati rice will be fine
  • 180 g di passata di pomodoro / 180 g tomato purée
  • 1 cucchiaino di zucchero / 1 teaspoon sugar
  • 1 cucchiaino di sale / 1 teaspoon salt
  • ½ cucchiaino di pepe nero / 1/2 teaspoon black pepper
  • 1 foglia di alloro / 1 bay leaf
  • 400 ml di brodo di pollo o acqua - ho usato del brodo di pollo / 400 ml chicken stock or water - I used chicken stock

Instructions

Sciacquate il riso in acqua corrente per un paio di minuti  e mettete da parte. Rinse the rice in running water for a couple of minutes and set aside.

Cuocete il bacon a cubetti a fiamma media, in una pentola larga, fino a quando è croccante e ha rilasciato il suo grasso. Scolate il bacon e tenetelo da parte. Se usate il burro, fatelo fondere, sempre in un’ampia pentola o se li usate entrambi, aggiungetelo al bacon. Cook the bacon in cubes over medium heat, in a large pot, until crisp and released its fat. Drain the bacon and set aside. If using butter, melt it, always in a large pot or if you use both, add it to the bacon.

Aggiungete la cipolla e fatela cuocere nel grasso, fino a quando sarà traslucida per 2-3 minuti. Aggiungete l’aglio e proseguite la cottura per 1 minuto circa. Unite poi il riso e cuocetelo, mescolando, fino a quando i chicchi perderanno la loro trasparenza. Unite quindi tutti gli altri ingredienti e portate a bollore, a fiamma alta.  Add the onion and cook in fat, until translucent for 2-3 minutes. Add the garlic and continue cooking for about 1 minute. Then add the rice and cook it, stirring, until the beans lose their transparency. Then add all the other ingredients and bring to the boil, over high heat. 

Abbassate la fiamma, coprite con il coperchio e proseguite la cottura per 20-25 minuti ( il mio riso ha cotto per 18 minuti ), mescolando di tanto in tanto. Quando il riso è cotto, spegnete il fuoco e fate riposare per 5 minuti, sempre coperto. Dopodiché, eliminate la foglia di alloro e sgranate il riso con una forchetta, prima di rovesciarlo nel piatto da portata. Turn down the heat, cover with the lid and continue cooking for 20-25 minutes (my rice cooked for 18 minutes), stirring occasionally. When the rice is cooked, turn off the heat and let stand for 5 minutes, always covered. Then remove the bay leaf and shell the rice with a fork, before spilling it into the serving dish. 

 Regolate di sale e pepe e , se avete usato il bacon, guarnitelo con i cubetti tenuti da parte.
 Season with salt and pepper and, if you have used bacon, garnish with the cubes kept aside.

Notes

Utilizzate il brodo o l'acqua a temperatura ambiente, non freddi da frigorifero. Fate attenzione al tempo di cottura del riso. Potete decorare il piatto con delle foglie di coriandolo o prezzemolo. Use the broth or water at room temperature, not cold from the refrigerator. Be careful with the cooking time of the rice. You can decorate the dish with coriander leaves or parsley.

You may also like

2 comments

acquaviva 18/07/2020 - 20:56

fantastico…

Reply
Silvia Zanetti 18/07/2020 - 21:14

Grazzzzie e grazie di essere passata, un bacio

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.